Article

Main event di UFC 129: GSP perde un round ma vince un altro match

Leggi qui sotto il report del main event di UFC 129...
TORONTO, 30 Aprile – Nel momento in cui il campione dei pesi welter  Georges St-Pierre ha terminato il suo incontro nel main event di UFC 129 con Jake Shields, davanti ad un affluenza record di 55.000 fan UFC al Roger Centre il suo volto è parso vistosamente segnato dal combattimento. Se ne sono accorti anche due dei tre giudici siccome St-Pierre, pur avendo conservato il titolo, si è dovuto accontentare di due punteggi piuttosto risicati di 48-47 ed uno con margine più confortante di 50-45.

Prima dell'incontro St-Pierre aveva vinto 30 round consecutivi. Stanotte la striscia positiva è stata interrotta sebbene abbia difeso vittoriosamente il titolo per la sesta volta.

“Il suo striking è risultato molto meglio di quanto pensavo" ha detto St-Pierre, che si è infortunato l'occhio sinistro nel secondo round. "Mi aspettavo di batterlo in piedi e quindi di finirlo a terra. Mi spiace per i fan, volevo finirlo con un ko o una sottomissione."

Al suono della campana Shields ha iniziato immediatamente a scagliare calci, sia per trovare la giusta distanza sia per scaricare un po' i nervi. Nel momento in cui St-Pierre ha scagliato a sua volta un calcio al corpo Shields l'ha intercettato tentando di tramutarlo in un takedown a suo favore ma il campione, senza perdere la calma e saltellando su una sola gamba, è riuscito a portarsi in prossimità della rete e quindi a liberarsi. Shields, indomito, ha continuato a portare a segno diversi calci mentre St-Pierre è andato a vuolo con alcuni dei suoi. Nella seconda metà del round le cose sono cambiate e St-Pierre ha iniziato ad aprirsi un varco con il suo arsenale di colpi ed è andato a segno in modo metodico con alcuni destri anche se è stato il suo pesante jab sinistro a fare la maggior parte dei danni. Ad un certo punto Shields ha anche brevemente cambiato guardia passando a quella da mancino per cercare di mettere fuori ritmo il campione ma senza ottenere il risultato sperato.

Nel secondo round Shields si è dato da fare per partire bene ma i suoi colpi sono parsi non particolarmente incisivi. St-Pierre, d'altro canto, ha incominciato a lanciare con frequenza il suo destro con cattive intenzioni e finalmente ha piegato le gambe del suo avversario dopo due minuti. Shields si è ripreso velocemente ma il suo attacco è rimasto privo di mordente a causa dei rapidi colpi e alla solida difesa di St-Pierre.

Entrambi i fighter sono partiti molto veloci nel terzo round senza però cambiare le rispettive strategie. Dopo 90 secondi St-Pierre ha messo a segno un potente destro che ha costretto Shields ha tentare un takedown che è però stato evitato dal campione. Dopodichè hanno proseguito con lo stesso ritmo fino a quando St-Pierre non ha portato a compimento un tardivo takedown a 30 secondi dalla fine del round.

Il quarto round si è aperto con una serie di veloci 1-2 di Shields a cui St-Pierre ha messo fine con un takedown che ha spezzato il ritmo di Shields anche se i due si sono velocemente rialzati. Ancora una volta il round ha preso il ritmo dei precedenti tre round con uno Shields senza fiato al punto di combattere a bocca aperta. A metà round Shields è andato giù per gentile cortesia di un calcio alla testa ma ancora una volta il resistente veterano si è rimesso in piedi senza problemi. Quindi ha contrattaccato con alcuni solidi pugni che hanno insanguinato il naso di St-Pierre. Da qui il campione ha iniziato a guardare l'orologio ed a indietreggiare mentre Shields ha continuato ad avanzare. Ancora una volta però GSP, grazie ad un paio di pesanti jab, ha chiuso il round in bellezza.

Il quinto round è stato un copia carbone dei precedenti quattro con Shields che sorprendentemente non ha fatto nulla per cercare di girare le cose a suo favore o per portare a compimento un takedown. Da parte sua il campione ha continuato a farsi strada fino alla fine dell'incontro con diversi pugni che hanno tagliato ed insanguinato il volto di Shields.

Con questa vittoria St-Pierre sale a 22 vittorie e 2 sconfitte mentre Shields scende a 26-5-1.

Media

Recente
Tom Lawlor earned his first UFC knockout victory when he downed Jason MacDonald early in the first round in 2012. Now on a two-fight winning streak, Lawlor takes on ranked light heavyweight Corey Anderson at UFC 196 on March 5.
11-feb-2016
The UFC may have Valentine's Day weekend off, but get ready for a jam-packed slate coming up over the next few weeks. It starts next week in Pittsburgh, with open workouts on Friday, the official weigh-in Sataurday and Cowboy vs. Cowboy on Sunday night!
11-feb-2016
Did Sage Northcutt take on too much too soon? Hear from fellow karate-based fighter Stephen Thompson, who weighed in on Northcutt and his future in the UFC during fight week in Las Vegas last week.
10-feb-2016
Forrest Griffin ed il presentatore Matt Parrino ananlizzano i cambiamenti nei ranking dopo Fight Night Las Vegas. Stephen "Wonderboy" Thompson balza in avanti nei pesi welter ed il prospetto Justin Scoggins fa il suo ingresso.
9-feb-2016