Article

Cerrone torna nell'Ottagono a modo suo

Vivere rimurgiando il passato non fa per Donald Cerrone.

Negl anni della sua formazione crescendo nello scenico Colorado, la futura macchina da striking delle MMA ha dedicato il suo stato mentale a focalizzarsi su una vita che valesse la pena di essere vissuta ed il suo obiettivo non è mai venuto meno. Questo ideale è stata la benzina che ha guidato Cowboy a diventare uno dei fighter più divertenti del pianeta.

Guarda Cowboy vs. Cowboy dal vivo! Qui i biglietti

“Ha a che vedere con il vivere la propria vita al massimo ed è quello che predico agli altri fighter in questo sport,” ha detto Cerrone. “Se dovessi ricevere oggi una chiamata che mi dice che ci sono metri di neve fresca in Colorado e che possiamo andarci con la motoslitta, sarei già in viaggio. Troppi fighter si precludono delle possibilità chiudendosi virtualmente in un armadio dalle sei alle otto settimane ed è una cosa che non ho mai capito. Probabilmente vengo criticato per prendermi del tempo per andare a pescare troppo vicino ai miei match ma è il mio modo di godermi il mio viaggio."

“Sono io che mi godo la mia vita. È come se io mi vivessi il tempo libero post ritiro in anticipo perché vivo ogni opportunità che ho e continuerò a fare così fino a che non finiscono i soldi. Quando succederà probabilmente lavorerò da Walmart, quindi credo che mio dovrò inventare qualcosa prima di allora."

Questo è il modo in cui Cerrone si sente stimolato, il "qui e adesso" è l'elemento cruciale nell'equazione, ed in questo schema delle cose avere la memoria corta è normale. Non gli importa se il prossimo passo lo farà avventurare in una divisione superiore o se ciò avverrà dopo essere stato messo al tappeto. Cerrone è sempre in movimento. E il suo prossimo viaggio verso l'Ottagono è la prova provata di questo tipo di approccio alla vita.

Dopo aver fallito nel suo atteso rematch con il campione pesi leggeri Rafael Dos Anjos a Dicembre, il ragazzo irrequieto di Albuquerque non voleva altro che tornare in azione. E lo farà nella divisione di peso superiore.  

È una mossa rara per un fighter proveniente da una sfida titolata e consolidato in una determinata classe di peso ma Cerrone ha il suo modo di vedere le cose e fa le sue scelte senza dover rispondere a nessuno se non a se stesso.

"Salire di peso è la parte migliore. Sono seduto qui pesando 177 libbre ed ho appena mangiato guacamole e mangerò un dolcetto di frutta oggi," ha detto Cerrone. "Mi ci vuole un'ora di sudata per raggiungere quel peso. Come posso non essere gasato? Sì, gli avversari possono essere un po' più grandi di me in questa classe di peso ma io potrei essere un po' più veloce di quanto non siano gli altri. Chi lo sa? Un combattimento è pur sempre un combattimento e lo scopriremo. Questa è la parte migliore."

"Non c'è niente che possa dire riguardo l'ultimo match" ha aggiungo riguardo all'incontro con Dos Anjos, finito con una sconfitta al primo round per ko. "Ci sono molte persone che qualche volta non si presentano al massimo al lavoro e sfortunatamente nel mio lavoro questo errore viene ripagato con un pestaggio ed è quello che mi è successo. Forse posso allenarmi di più o bloccare meglio i colpi al fegato ma comunque sia è andata così. Sono tornato e sono pronto ad entrare nell'Ottagono e farmi il c**o domenica a Pittsburgh."

Inizialmente l'ex contendente al titolo WEC e UFC doveva affrontare Tim Means nel suo debutto ufficiale nei welter, ma un infortunio ha costretto Means ad uscire dallo scenario e si sono aperte le porte per un altro "Cowboy". Alex Oliveira entrerà ora nell'Ottagono per affrontare Cerrone quando l'UFC tornerà a Pittsburgh domenica notte e di sicuro sarà un match ad alta intensità per quanto durerà.

Anche se i fan vedono un parallelo tra i soprannomi dei fighter e sono curiosi di vedere chi sia il vero "Cowboy", Cerrone non è molto interessato a questa "storyline" aggiuntiva. Per lui un combattimento contro un altro essere umano determinato e pericosolo è tutto quello su cui deve concentrarsi. Entrare nell'Ottagono e scambiare colpi per una paga in palio è tutto quello che lo motiva, niente altro.

"C'è stata sfortuna credo e la UFC ha dovuto arrabattarsi per trovarmi un avversario e so che Alex Oliveira è il tizio che ha firmato" ha detto Cerrone. "Quindi voglio dirgli grazie. Ero a pescare a Cabo San Lucas quando è successo e non avevo segnale di ricezione o conessione wi-fi per cui nessuno poteva raggiungermi. Fortunatamente UFC ed il mio management sanno come sono e che non dico "stro***te quando dico che combatto contro chiunque mi si proponga. Quando sono stato finalmente raggiungibile via wi-fi abbiamo finalizzato l'accordo. Ho un match ed un avversario e quindi sono un uomo felice."

"Ho questo match a Pittsburgh ed ho appena distrutto il mio furgone quindi per me è importante ma non è il "chi" che mi importa. Un combattimento è un combattimento."

Watch Past Fights

Media

Recente
Scopri l'ultimo match di Conor McGregor prima di UFC al Cage Warriors 51 del 31 Dicembre 2012 per la cintura pesi leggeri. Proprio come in UFC è diventato il primo campione in due divisioni di peso nel Cage Warriors.
19-ago-2017
Watch Ray Borg defeat Chris Kaledes from their bout in 2015. Borg takes on Demetrious Johnson for the flyweight title at UFC 215.
18-ago-2017
Watch Demetrious Johnson defend his belt against Kyoji Horiguchi at UFC 186. Don't miss Johnson take on Ray Borg at UFC 215.
18-ago-2017
Prima dell'evento più atteso dell'estate Floyd Mayweather ospite all'International media conference call di giovedì 17 Agosto a mezzanotte.
17-ago-2017