Article

UFC 128 Card principale: Urijah batte Wineland

Leggi qui sotto il report della main card di UFC 128...
NEWARK, 19 Marzo. Sabato notte nel co-main event di UFC 128 al Prudential Center due ex campioni WEC si sono incontrati per la prima volta. Urijah Faber si è aggiudicato l’incontro sconfiggendo Eddie Wineland per decisione unanime nell’incontro valevole per la categoria pesi gallo. Faber ha sofferto un po' nel primo round ma poi si è assicurato una vittoria che inaugura un nuovo capitolo nella sua carriera. 



Faber vs. Wineland

I cartellini dei giudici hanno fatto registrare il punteggio di 29-28 per Faber, l’ex campione dei pesi piuma che ora sale a  2-0 nella categoria pesi gallo. Guarda l'intervista dopo l'incontro

Wineland, primo campione WEC dei pesi gallo della storia, ha fatto del suo meglio per imporsi fisicamente su Faber, costringendolo contro la rete in diverse occasioni prima di inchiodarlo a terra con un slam giunto a metà round. Dopo aver brevemente lottato a terra i due si sono rialzati e Faber è parso a suo agio nello scambiare in piedi finché non ha tentato un takedown. Wineland ha energicamente stoppato il tentativo di atterramento di Faber e successivamente l'ha scosso con un duro colpo alla testa. Di rimessa Faber ha risposto prontamente mettendo a segno un colpo ma è apparso chiaro che non era saggio lanciarsi in un match di striking con Wineland.

Giunti al secondo minuto del secondo round Faber ha completato un convincente takedown e ha fatto iniziato a far piovere colpi su copi ai danni di Wineland. Sebbene il fighter dell’Indiana abbia provato a sgusciare da terra per tentare a rialzarsi, la velocità e la tecnica di Faber l’hanno tenuto schiena a terra, rendendo palese che Wineland aveva il vantaggio in piedi ma Faber era decisamente il re al tappeto.

Nel terzo round Wineland è riuscito a tenere il combattimento in piedi per i primi tre minuti e mezzo anche se un instancabile Faber ha gestito bene il suo avversario tenendolo a distanza con una serie di duri pugni che hanno intontito Wineland prima di essere messo nuovamente schiena a terra dal “California Kid”. Una volta al tappeto la contesa è stata a senso unico con Faber impegnato a scagliare colpi a terra fino alla fine dell’incontro.

Con la vittoria Faber sale a 25-4 mentre Wineland cade a 18-7-1.


Miller vs. Shalorus

Dopo aver conseguito la settima vittoria consecutiva, questa volta stoppando l’imbattuto Kamal Shalorus nel terzo round, Jim Miller ha chiesto a gran voce una sfida al titolo della categoria pesi leggeri. Guarda l'intervista dopo l'incontro

“E con questa sono sette di fila in quella che è indubbiamente una delle divisioni più dure nell’UFC” ha detto Miller, originario di Whippany, New Jersey. “Sono pronto per una sfida al titolo. Vengo qui e combatto con tutto il cuore.”

All'inizio del round entrambi i pesi leggeri si sono scagliati l’uno contro l’altro ma i pugni pesanti di Miller hanno raggiunto l’obiettivo molto più spesso dei numerosi attacchi selvaggi di Shalorus. Presto Shalorus si è ritrovato così un ematoma sotto l’occhio sinistro provocato dagli accurati colpi di Miller, tuttavia questo non gli ha impedito di continuare ad avanzare mettendo a segno diversi calci alle gambe. Con meno di due minuti rimasti Miller ha centrato Shalorus con un poderoso calcio alla testa che ha suscitato l’entusiasmo del pubblico presente. Finiti al tappeto Miller ha tentato una ghigliottina ma Shalorus ne è uscito ed ha messo a segno alcuni colpi da posizione dominante: ne è seguito un momento di stallo interrotto dall’arbitro Kevin Mulhall che ha costretto i due a riportarsi in piedi proprio prima del suono della campana.

Nel secondo round Miller ha proseguito la sua offensiva da autentico cecchino e quando Shalorus ha provato a portare l’incontro a terra è stato l'americano ad approfittarne prendendo velocemente la schiena del suo avversario e tentando una sottomissione per rear naked choke. Shalorus è però riuscito a restare calmo durante la presa riuscendo così ad impedire a Miller di stringergli il collo e conseguentemente a sopravvivere fino alla fine del round.

Nel terzo round Shalorus, senza darsi per vinto, ha continuato ad attaccare un Miller ben contento di rispondere di rimessa ai selvaggi assalti. Presto però Miller ha trovato la giusta misura e ha trafitto Shalorus con un montante sinistro che ha pesantemente scosso l’iraniano. Al montante Miller ha fatto seguire una ginocchiata sinistra che ha spedito Shalorus al tappeto. Una gragnuola di colpi a seguire ha messo fine all’incontro con l’arbitro Mulhall constretto a  fermare l’azione allo scadere dei due minuti e quindici secondi.



Miller migliora il suo record a 20-2; il veterano WEC Shalorus scende a 7-1-2.


Marquardt vs. Miller

Il contendente dei pesi medi Nate Marquardt si é messo figuratamente l’elmetto ed è andato al lavoro contro Dan Miller per assicurarsi una serrata vittoria per decisione in una estenuante battaglia di tre round. Guarda l'intervista dopo l'incontro

“Mi sento rinvigorito da questa vittoria” ha detto Marquardt. “Volevo andare là fuori e dimostrare che sono un nuovo Nate Marquardt.” 

Marquardt ha così vinto ai punti per 30-27 l’incontro che era orginariamente previsto contro Yoshihiro Akiyama prima che il giapponese fosse costretto a dare forfait a causa del terremoto e dello tsunami che hanno colpito il suo Giappone.

Dopo aver scambiato alcuni destri all’inizio dell’incontro Miller è stato il primo a provare un takedown con Marquardt che ha resistito per un po' al tentativo prima di andare al tappeto. La difesa di Marquard si è dimostrata comunque solida e dopo essersi velocemente rialzati Marquard ha messo a segno uno slam su Miller. Cadendo, il fighter del New Jersey, ha stretto una ghigliottina ma Marquard ne è uscito. Dopo un momento di stallo l’arbitro Dan Miragliotta ha fatto così ripartire l’azione in piedi e un buon destro di Marquardt ha aperto la strada per un altro takedown.

Nel secondo round lo striking di Marquardt si è dimostrato preciso. Colpendo e ritraendosi senza subire colpi Marquardt ha regalato a Miller un ematoma sotto l’occhio sinistro. Miller, dotato di mascella granitica, ha resistito ai numerosi colpi e ha quasi chiuso il match quando è riuscito a guadagnare una ghigliottina piuttosto serrata su Marquard ad un minuto di tempo dalla fine del round.

Nel terzo round il livido sotto l’occhio sinistro di Miller si è trasformato in un taglio ma l’ostinato fighter di Whippany ha continuato a dare battaglia a Marquardt mettendolo in difficoltà appena possibile. Marquardt ha risposto comunque bene sparando colpi al tappeto per il resto dell’incontro dimostrando a tutti il motivo per cui è considerate uno dei migliori nella categoria pesi medi.

Con la vittoria Marquardt sale a 34-10-2; Miller ,che originariamente doveva affrontare Nick Catone, scende a 13-5.

Cro Cop vs. Schaub

Nel giorno seguente al suo 28esimo compleanno Brendan Schaub si è regalato un buon assegno e un momento da ricordare tutta la vita. Il fighter ha infatti combattuto le avversità e nonostante il volto insanguinato e una penalità di un punto al second round è riuscito a mettere KO Mirko Cro Cop nel terzo round dell’incontro dei pesi massimi di apertura della main card. Schaub si è guadagnato il bonus per KO of the Night. Guarda l'intervista dopo l'incontro

Senza perdere tempo Schaub si è gettato all’attacco ed ha immediatamente costretto Cro Cop a combattere sulla difensiva. Cro Cop, dopo aver subito alcune scariche iniziali di Schaub, ha bloccato il suo avversario contro la gabbia ma Schaub, dando fondo a tutta la sua forza, ha ribaltato la situazione e messo il croato spalle contro la rete. Appena separati Schaub ha messo a segno un poderoso takedown e il suo attacco in ground and pound ha aggiunto nuova dinamica a quello che sembrava essere un match destinato a svolgersi  tutto in piedi. Spalle a terra Cro Cop ha dimostrato abilità da veterano ma Schaub è stato capace di arginare ogni attacco nei momenti finali del round.

Nel primo minuto del secondo round Schaub è tornato al controllo riportando a terra Cro Cop. Dopo un breve stop arbitrale per un calcio illegale dall’alto verso il basso del croato il combattimento è tornato  a svolgersi in piedi dove i due si sono scambiati diversi colpi prima di finire nuovamente contro la rete. I due pesi massimi hanno così scambiato colpi davvero duri bloccandosi l'un l'altro contro la gabbia e ad averne la peggio è stato un insanguinato Schaub che l’arbitro Dean ha penalizzato di un punto per un pugno sul retro della testa del croato. Appena ripresa l’azione Cro Cop ha sparato un calcio ma Schaub l’ha parato ed ha nuovamente bloccato il veterano.

Cro Cop ha aperto il terzo segmento con un poderoso e illegale calcio basso. E' così arrivato lo stop dell’azione per dare tempo a Schaub di recuperare dall’involontario colpo basso. Rincominciato l’incontro Schaub è andato all’attacco e ha messo a segno un takedown. Cro Cop si è rialzato abbastanza velocemente ma Schaub è riuscito a riportarlo a terra subito dopo. Schaub è stato incapace di migliorare la sua posizione al tappeto e i due si sono rialzati. Poco dopo Cro Cop ha messo a segno un duro calcio. Con 90 secondi rimasti Cro Cop si è quindi difeso molto bene da un takedown ma subito dopo Schaub ha messo a segno un devastante overhand destro. Cro Cop è così caduto al tappeto come se fosse stato colpito da un proiettile e l’arbitro Herb Dean ha tempestivamente fermato l’incontro a 3:44 dell’ultimo round.

“Questa è la seconda leggenda che sconfiggo consecutivamente” ha detto Schaub, il quale ha sconfitto Gabriel Gonzaga nel suo incontro precedente. “Questo è un grande punto di svolta. Ho anticipato Cro Cop quando ho notato che si è fermato sui suoi piedi per prepararsi a lanciare il calcio e così ho preso il tempo e  l'ho colpito con un pesante destro.” 


Con la vittoria Schaub ha migliorato suo record a 9-1 mentre Cro Cop è sceso a 27-9-2, 1 NC. Al momento dello stop Schaub era in vantaggio per 19-18 su tutti e tre i cartellini dei giudici.
domenica, ottobre 26
3AM
CEST
Rio de Janeiro, Brazil

Media

Recente
UFC Countdown takes you behind the scenes before UFC 179 as three Brazilians brace to do battle. In this segment, undefeated lightweight prospect Diego Ferreira prepares to face fellow upstart Beneil Dariush.
19-ott-2014
UFC Countdown takes you behind the scenes before UFC 179 as three Brazilians brace to do battle. Glover Teixeira will look to rebound from his recent title shot with a bout against Phil “Mr. Wonderful” Davis.
16-ott-2014
Countdown takes you behind the scenes before UFC 179 as three Brazilians brace to fight. Reigning featherweight champion Jose Aldo welcomes Team Alpha Male rival Chad Mendes back to the country, his mind as intent on victory as Mendes’ is on redemption.
19-ott-2014
UFC Octagon Girl Arianny Celeste sits down with Diane Tauzon of CBS news in Las Vegas for an in-depth interview about her life and career.
19-ott-2014